CHI SONO

Maurizio D'Alessandro

Mi sono approcciato all’arte del tatuaggio ormai da più di dieci anni. Ho iniziato con la prima macchinetta professionale che mio padre mi regalò per il mio diciottesimo compleanno. L’anno successivo mi sono trasferito a Napoli per frequentare l’accademia di belle arti e mi sono iscritto al corso di pittura. Nel contempo ho frequentato diversi studi presenti a Napoli e ho conosciuto molti tatuatori che mi hanno aiutato nei primi passi. La mia passione aumentava di giorno in giorno e cercavo di combinare il classicismo della storia dell’arte che studiavo con il mondo del tatuaggio, tanto che ho scritto la tesi di fine studi sulla pratica del tatuaggio. Nel frattempo ho trovato la mia occupazione come tatuatore nello studio “Espansioni Etniche” a Napoli. Li ho conosciuto principalmente Carlo, che mi ha dato tanto emi ha introdotto tra i tatuatori napoletani e mi ha insegnato che dietro il tatuaggio, come decorazione e disegno, c’è una cultura o meglio diverse culture associate a popoli diversi che è fondamentale conoscere per riprodurre le loro pratiche artistiche e simboli legati ai clan e riprodurli sulla pelle dei miei clienti. A questo punto non mi restava che mettere in atto tutto ciò che avevo appreso e cosi dopo mille peripezie burocratiche sono riuscito ad aprire il mio tattoo studio nel paese di nascita Nova Siri nel 2007. La soddisfazione più enorme che mi ha dato lo studio è essere riuscito a far conoscere e far apprezzare il tatuaggio nel paese in cui sono nato. Nova Siri è un piccolo paese della Basilicata e che fortunatamente mi ha dato subito tanta fiducia e voglia di fare, soprattutto grazie agli amici che si sono sempre proposti a farsi tatuatare i miei lavori più belli e più impegnativi e vedere come piano piano anche dai paesi limitrofi la gente entra nel mio studio chiedendomi lavori personalizzati e con tanto di significato. Ho potuto così approfondire e perfezionare la mia arte cercando spunti in tutto e sopratutto nei libri. Non disdegno nessuno stile ma mi sono specializzato nello stile tribale-etnico (maori, marchesiano, polinesiano e del borneo) e nello stile giapponese rappresentando icone classiche dell’arte pittorica orientale. Sono convinto di avere tanto da imparare e le collaborazioni con altri tatuatori sono il mezzo migliore per poterlo fare, infatti periodicamente invito nel mio studio alcuni miei colleghi provenienti da diverse parti d’Italia. Ringrazio tutti i miei clienti e in maggior modo la mia famiglia, la mia ragazza e il mio cane che mi hanno sempre sostenuto.